Blog: http://sweethomeAlabama.ilcannocchiale.it

Alabama 3.0

Verso le 8 di sera ho smesso di respirare, poi ho ricevuto una telefonata, poi sono andata a votare, poi continuavo a respirare ogni quarto d'ora e sono andata a prendere la mia amica, e ci siamo ficcate al pub, con me in pieno delirio e lei che mi riportava alla mente quando, 13 anni fa, io compivo 17 anni e il giorno 8 giugno la chiamai, lei si era scordata di farmi gli auguri, le dissi «ehm, oggi è 8...» e mi rispose «eh, e domani è 9».

Non riesco a dire tutto quello che mi passa per la testa, è come la notte prima della maturità, come un addio al nubilato, non lo so, come il giorno prima di una partenza.
Lo so che non cambia niente, non cambia un cazzo, ma io un po' diversa mi ci sento, e non è a dire il vero una brutta sensazione, è come la prima volta che ho scopato e la mattina dopo mi sono guardata allo specchio e non la smettevo di ridere dalla felicità, e lo sapevo che non era cambiato niente, ma io mi sentivo un'altra persona.

E un po' stasera mentre guidavo in preda al panico mi è passata davanti tutta la mia vita, o almeno i momenti salienti, che vabbè, si contano sulle dita di una mano, e mentre non respiravo pensavo non ci posso credere che siamo arrivati a questo punto e adesso che succederà?

So solo che mi aspetta una settimana di fuoco, e vorrei festeggiare ogni sera per almeno un mese, come quando la Roma ha vinto lo scudetto.
Era il 2001, avevo appena compiuto 22 anni.
Adesso sono tutt'altra persona, o almeno mi ci sento, e meno male.


Pubblicato il 8/6/2009 alle 0.45 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web