.
Annunci online

Is this it
post pubblicato in Diario, il 28 gennaio 2010
Arriva il momento in cui riascolti per intero il primo album degli Strokes, che risale a un fottilione di anni fa, facciamo 2001? Che album grandioso. Giurai a me stessa che avrei ascoltato SOLO musica così fino alla fine dei miei giorni, poi non comprai neanche il loro secondo e figuriamoci il terzo. Ah, la coerenza!

Can't you see I'm trying?
I don't even like it. I just lied to
Get to your apartment, now I'm staying
Here just for a while
I can't think 'cause I'm just way too tired

Arriva il momento in cui il vecchio decano della pasticceria più famosa del quartiere viene a mancare. Passando leggi chiuso per lutto e pensi ecco fatto.
Oggi ho preso le frappe per la mia amica e andando a pagare ho pensato che il giorno della Befana lui era lì alla cassa a darmi il resto monetina su monetina, quanti accidenti gli abbiamo mandato al vecchio Scrooge, che stava lì appollaiato con una cartucciera di monete a non farsi scappare nemmeno un centesimo.
C'era suo nipote, un ragazzino di vent'anni.
Gli volevo dire ciao, io conosco tua sorella, salutamela, mi dispiace tanto, condoglianze.
Ma non ho detto niente.
Contava le monetine proprio come suo nonno.

Take me away
See I've got to explain
Things, they have changed
In such a permanent way
Life seems unreal
Can we go back to your place?

Arriva il momento in cui devi cedere all'insonnia e accendere la tv, così come dopo l'ennesimo pranzo con la pizza (BASTA) cedi al Maalox e butti giù direttamente dalla bottiglia, per abbattere il sapore urticante di rana marcia.
Giornatina oserei dire sui generis, ma non drammatizziamo. Ad esempio ho le dita intatte (WOW) anche se non ricordo di aver mai avuto così tanto sonno. Tra una passeggiata, una dormita e una sosta catatonica davanti al computer qualcosa appare chiaro, mi si illumina a caratteri cubitali davanti, tipo insegna al neon blu e rosa: il 2010 sarà un cazzo di anno-svolta.
Dopo il 2008 bomba e il 2009 apatia assoluta ecco l'anno turning point. Ti riconosco bello.
Quello che spero è non riconoscere più me stessa alla fine.
Ma solo 28 giorni dopo (l'inizio) qualcosa è già cambiato e so che molto altro cambierà.
È proprio arrivato il momento, e tutti sanno quanto io sia incapace di affrontare i cambiamenti.
Alabama resta a galla, Alabama change your mind, Alabama move on.
I nodi verranno al pettine e a quel punto resterete incollati a leggere e, spero, a fare il tifo.

And people they don't understand
Your girlfriends they can't understand
Your grandsons they won't understand
On top of this I ain't ever gonna understand


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Diario

permalink | inviato da Alabama! il 28/1/2010 alle 19:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Infatti
post pubblicato in Pop Culture, il 25 gennaio 2010

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pop culture

permalink | inviato da Alabama! il 25/1/2010 alle 19:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
Everything's gonna change my world
post pubblicato in Diario, il 19 gennaio 2010
È ridicolmente presto per andare a letto, non ho i sensi di colpa perché oggi ho prodotto qualcosa in formato .doc, non mi va di mettermi a leggere, ho il kebab i felafel e le patatine stabilmente ancorati da qualche parte fra le costole (cosa che mi impedisce di respirare normalmente, temo), il cervello mi ronza abbastanza e allora per zittirlo metto in loop Across the universe, che non la sento da tanto, e scrivo un post. Ma sì. I Beatles fanno sempre una porca atmosfera. Che si debba scrivere, pensare, ballare o accoppare qualcuno. Buoni per tutte le occasioni.

Stamattina apro come al solito la solita striscia, primo clic della giornata da oltre cinque anni, con la tazza di latte, il pigiama e tutto l'ambaradan e trovo questo.
Cominciamo bene.
E ora quale minkia sarà, di grazia, il primo clic della giornata???
Ti pare giusto piantarmi in asso dopo cinque anni???
Tutti nei commenti a dire ma no figurati, ti capisco, grazie a te, mio dio hai ragione, mi mancherai ma non importa BLABLABLA.
Stronzate! Nessuno che abbia detto NO BELLO, TE LO SCORDI, resta lì a disegnare, vaffanculo, non osare piantare tutto, non credo a un cazzo di quello che dici, non mi interessa, fai le tue strisce e fammi sorridere appena sveglia come hai fatto gli ultimi cinque anni!
Smidollati.
Dovevo dirlo io, dovevo. Che mi sono messa a piangere quando ti è morto il gatto (lavoravo in ufficio e mascherarlo fu dura), quando ti è nata la figlia (lavoravo in Jap, fu ancora più dura), che sono venuta allo stand a Lucca a farmi fare il disegnino, a comprare le raccolte, a vedere com'era la faccia vera del pupazzetto che vedevo disegnato.
Ma non l'ho detto, ero troppo offesa a morte.
Abbandonata da una striscia.

Ok, la faccio finita.
Sniff.

Così sono andata a correre, di prima mattina oh my!, approfittando del sole che non mi pareva vero, ho proseguito nella sperimentazione della nuova tecnica del metronomo umano, se funziona la brevetto cazzo.
In pratica si corre concentrandosi esclusivamente sul tenere il tempo del brano ascoltato, con le falcate. Funziona! La chiamerò solfeggio biodinamico!
Alcuni pezzi sono perfetti, posso averli scritti io con le rotule, cose tipo Rearview mirror dei Pearl Jam oppure This picture dei Placebo. Perfetti. Tum-tum-tum passo-passo-passo.
Altri sono bombe nucleari ma troppo veloci (tipo Such a night di Elvis, maledizione, e mi viene pure da ballare mentre corro e non è il caso) o troppo lenti (tipo Who said dei Planet Funk, ricordate? Che bomba, però lenta, rischio effetto ralenti).
E quindi, concentrandoti sul tempo non pensi all'enfisema/collasso cardiaco/crisi respiratoria in corso. Vi dico che funziona, provate e fatemi sapere.

Detto questo, vado in giro da anni pontificando (con me stessa allo specchio, naturalmente) che qualunque cosa tu possa scrivere in un post, la gente si ricorderà solo dell'ultima cosa che hai detto, puoi dire "sono incinta" e poi chiudere con "ho comprato delle scarpe rosse" e tutti "minkia le scarpe rosse!"
Quindi dai, tutti sul metronomo umano già dimentichi di eriadan!
Anzi no, tutti sulla storia delle scarpe rosse!
Ma tutti chi?


Largo all'avanguardia
Jai Guru Deva Om



(scusate, credo sia un effetto collaterale del kebab)

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. diario

permalink | inviato da Alabama! il 19/1/2010 alle 23:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
No, vabbè
post pubblicato in Negoziodifoto, il 17 gennaio 2010

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Negoziodifoto

permalink | inviato da Alabama! il 17/1/2010 alle 20:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
Alabama va alla festa
post pubblicato in Diario, il 16 gennaio 2010
Bene, stasera c'è la festa di addio di una mia amica che si trasferisce più o meno per sempre a Singapore (io solo gente che fa gesti estremi, tipo on the road in Australia un anno, tutta la vita a Singapore, accendere un mutuo, cose così) e la sua mail di qualche giorno fa terminava in questo modo:


Ho riso quaranta minuti.
Ora, a parte che il concetto di dress code mi è alieno (ma mi pare sia il modo moderno dei gggiovani di dire festa a tema), c'è il fatto che DISCO INFERNO mi crea qualche problema.
Data la minaccia di botte non posso disertare, così dopo essermi arrovellata per non sfigurare (non sia mai che Alabama fa la tristona alle feste) e considerando che non ho alcuna intenzione di andarmi a comprare pantaloni a zampa elasticizzati blu elettrico (AHAHAHAH!!!) ho ripiegato su calze fucsia shock da mettere con stivaloni beige simil-troia presi in saldo. Poi ho una specie di pastrano optical sooooo seventies che dovrebbe risolvere il tutto.
Questo in teoria.

Tra poco mi vestirò e mi renderò conto con orrore che DISCO INFERMO.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Diario

permalink | inviato da Alabama! il 16/1/2010 alle 19:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
Erase and Rewind
post pubblicato in Diario, il 12 gennaio 2010
Allora, da quando è iniziato l'anno (anzi da un po' prima, facciamo) ho questo problema, che qualunque cosa faccia, ma proprio QUALUNQUE, devo farla due volte. Non è mai buona la prima.
Voglio vedere un film? Vado, succede qualcosa che me lo impedisce, devo tornarci.
Voglio andare a una mostra? Vado, succede qualcosa che me lo impedisce, devo tornarci.
Voglio fare shopping? Vado, succede qualcosa che me lo impedisce, devo tornarci.
Voglio partire per un viaggio? Compro il biglietto, succede qualcosa, devo rimandare.
Ecco.
Stando alle news dell'ultimo quarto d'ora pare che a gennaio me ne starò a Roma, tutto da rifare. Ma, voglio dire, da qui a domani è pieno di quarti d'ora quindi potrebbe cambiare tutto altre seimila volte. Basta saperlo.
Rewind, e ti sembra di vivere in un costante déjà vu!
Replay, prova anche tu l'ebbrezza di vivere nel (grandioso) film Ricomincio da capo!

Come si dice dalle mie parti, fàmosela pijà bbene.

La cosa del viaggio comunque non mi sconvolge più di tanto, non sto dando craniate al muro, tutti stanno bene e le possibilità sono infinite, giusto? Giusto.
Inoltre in questi giorni basta un nonnulla per scatenarmi l'entusiasmo, cosa che non accadeva da tempo. Non starei postando con tale allegra enfasi se stamattina non fossi andata a fare colazione con il mio prof di matematica del liceo, l'unica persona al mondo in grado di farmi prendere 9 ai compiti in classe di quella infame materia. Uno che ti fa passare da 6 scarso a 9 non lo dimentichi facilmente, nonostante l'abbia avuto solo per un anno. Quindi sì, ancora ci sentiamo e a volte vediamo addirittura (complice il fatto che abito a due passi dal mio ex liceo, dove ancora insegna).

E insomma mi si paventa casualmente l'occasione di mettermi a insegnare jappo ai ragazzini del liceo, ma se lo facessi veramente?? Solo che io non so insegnare, sono negata proprio. O almeno è quello che penso (ricordate i siparietti con la classe di italiano in Giappone? Ecco.)
Però non so perché mi è salito il fomentone (altro termine delle mie parti, pardon) e sono andata a chiedere in presidenza e ho buttato giù un progettino e voglio andare a parlare coi prof dell'Istituto dove ho studiato io.
Aaahh pensate alle giovani menti manipolate e dirottate per sempre sulla via del nerding!! Io che dico non studiate, leggete i manga!! Aaaahhh che bello sarebbe!

Ora aspetto di vedere cosa capiterà per farmi rimandare anche questa cosa.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Diario

permalink | inviato da Alabama! il 12/1/2010 alle 17:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
Mi metto a leggere
post pubblicato in Diario, il 11 gennaio 2010
4.30 e sveglia. Puff.
Andare a letto a mezzanotte dovrebbe significare dormire un numero congruo di ore e non aprire gli occhi alle 4 senza essere più in grado di richiuderli.
Questa seccatura mi riporta para para a quel brutto periodo di 1-2 mesi fa, quando non dormivo, non ridevo, mugugnavo e mi aggiravo tormentata (chissà da quali cazzate poi).
Ma ho detto che BASTA LAGNE quindi BASTA LAGNE, anche se al momento l'impressione generale è che sia già tutto sbagliato, a soli dieci giorni dall'inizio dell'anno.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Diario

permalink | inviato da Alabama! il 11/1/2010 alle 4:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
I primi fuochi
post pubblicato in Diario, il 7 gennaio 2010
Eccomi eccomi.
Volevo postare 3000 cose e non so mai cosa scegliere, se gli strazi esistenziali, le info di pubblica utilità, le megacazzate, i massimi sistemi, le foto, boh!

Allora, andiamo con ordine.

- strazi -
Gli strazi esistenziali BASTA. Eddai su. Il nuovo anno mi vede come sempre carica a pallettoni, gli oroscopi sono quasi-clementi-non-così-rivoltanti, si spera che il vento faccia il suo giro e torni favorevole. Già la prima settimana dell'anno è stata pregna di fatti, eventi, persone, devo solo reiterarla altre 51 volte e il gioco è fatto (magari tranne la parte in cui stavo per morire di dolori mestruali nei cessi del Vittoriano, ma questa è un'altra storia). Inoltre il 18 parto per un viaggetto e torno il 1 febbraio, quindi praticamente gennaio è FINITO! La cosa mi allarma un tantino, ma per ora faccio la vaga.
(sul viaggetto vi informerò a breve) (forse).

- megacazzate -
Voglio fare una playlist con SOLO canzoni che contengano la parola ALABAMA nel titolo. E' ora che il mio ego abbia lo spazio che merita (ah! eccome se lo merita!) qualcuno mi aiuta? Per ora ne ho quattro: l'imprescindibile Sweet Home Alabama, e vabbè, scontata; l'ottima Alabama Song nella versione dei Doors (in origine una poesia di Brecht, mica cazzi, poi musicata da più gente, tra cui anche Bowie, mi pare di aver letto); poi Alabama di Neil Young; infine I'm Alabama Bound, un pezzo blues (? uhm) di Louis Jordan. Un pubblico grazie a chi me le ha fornite.
Se me ne mandate altre, che necessariamente devono essere belle, che ci farò? Boh, me le ascolterò tutte in fila pensando aaahh che nick fikissimo mi sono trovata.
(ok, in quanto a megacazzate direi che può bastare)
(prima o poi ci dovrò andare in questa cazzo di Alabama, comunque)

- massimi sistemi -
Al momento non ne ho. Solo minimi, tipo fare la spesa, guardare serial a manetta, giocare a Risiko, bere vino, farmi la doccia, cose così. 

- foto -
n.p.

- pubblica utilità -
La grandiosa Scansy ^^ mi ha mandato il link del video qui sotto come regalo befanesco.
A rota completamente. Non so se è la canzone di questo gruppo danese che ignoravo (ebbè), ispiratissimo dai Depeche Mode che in gioventù erano il mio cavallo di battaglia, non so se è il video animato trucidissimo, se il fatto che i personaggi sono i protagonisti dei Soprano (uno dei serial di cui sopra, ho preso online tutte le sei stagioni in cofanetto a un prezzo stracciato), non so se è il titolo ge-nia-le (by Tony Soprano, anyway), fatto sta che l'ho visto almeno dieci volte tra ieri e oggi. A rotella.
Eccovelo.




Tony, Tony Soprano glor på mig
Jeg glor, jeg glor på noget i mit glas
(you know what I mean)


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. diario pop culture

permalink | inviato da Alabama! il 7/1/2010 alle 23:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
Filmaggio di capodanno
post pubblicato in Pop Culture, il 1 gennaio 2010


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. filmaggi

permalink | inviato da Alabama! il 1/1/2010 alle 23:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
Sfoglia dicembre        febbraio