.
Annunci online

No, vabbè
post pubblicato in Negoziodifoto, il 17 gennaio 2010

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Negoziodifoto

permalink | inviato da Alabama! il 17/1/2010 alle 20:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
La maestra Alabama - San Leo
post pubblicato in Negoziodifoto, il 3 ottobre 2009
Ho cambiato lo sfondo del desktop e invece del mare di Okinawa (questo)



ho messo il campanile di San Leo (questo)



perché tanto le vacanze sono andate e il mare chissà quando lo rivedo, quello sfondo mi deprimeva.

San Leo sta nelle Marche, anzi no da un paio di mesi è diventata provincia di Rimini, quindi Emilia Romagna (l'ho letto su wikipedia) e ci sono andata domenica mentre tornavo da Urbino. Anzi no, ho dovuto deviare di un'ora a nord, non era sulla via di casa, ma avevo letto nella guida (che da maestrina saccente mi ero portata) che c'era un castello maestoso, il più grande dell'Italia centrale (o dell'Italia tutta? Uhm, non ricordo) e già che ero lì nei pressi volevo vederlo.
La rocca mi si è presentata così, dalla strada, ho inchiodato e sono scesa ma la foto non rende tanto.



Io non sono molto appassionata di roba medievale e vecchiume del genere ma mi è sembrata uno spettacolo. Sono arrivata al paese (carino e grande quanto casa mia, più o meno) e mollata la macchina sono salita a piedi fino su, ho fatto il biglietto e sono entrata. Bello. Bello proprio, molto castello-che-hai-visto-1000volte-nei-film, con le segrete e gli strumenti di tortura. Ecco, su quelli mi sono fatta una cultura.



Qua sotto ci sono stata mezz'ora, mi faceva troppo ridere, sono cose che non possono essere vere, cioè, non possono. E invece lo sono. È come la fantascienza al contrario. Ho deciso che vorrei quella sedia quando lavoro, così sarei costretta a sbrigarmi e non perderei ore a cazzeggiare.



Questa era la stanza con gli "strumenti" belli esposti. Santoddio. Il divertimento è un po' scemato a leggere che cazzo combinavano quei matti. Questa teca è comica perché la didascalia indica le fruste come "il corredo di base per ogni carnefice". Il corredo. Figghio vai a lavorare vai, che nonna ti ha lasciato il corredo, non sei contento?

Nel castello fu rinchiuso Cagliostro, personalità controversa del '700 di cui sapevo poco o nulla e che ho scoperto essere un personaggio incredibile, roba da farci una fiction sopra. Questo si è girato mezza Europa imbrogliando chiunque, dai re ai poveracci, millantando poteri magici, braccato da governi di vari paesi, eretico, affiliato alla massoneria ante litteram, con la moglie al seguito che era peggio di lui. Fantastico. Ma che aspetta Terry Gilliam a farci un film?
Morì a San Leo, per l'appunto, dal che ho dedotto che la rocca di San Leo altro non è che "il castello di Cagliostro" dell'omonimo film di Miyazaki (quello con Lupin). Da pazzi.
Vabbè, andate qui se vi interessa. Io mi sono abbastanza esaltata.

Comunque, alla fine, il bello è andare sempre più su. Il castello è su quattro piani, con cortili enormi e mille stanze, ma il trucco è salire sempre, scovare le scalette e vedere fino a dove puoi arrivare, che tanto sembra non finire mai. Come i bambini piccoli se vedono un palco o una pedana o qualunque cosa rialzata ci salgono e si mettono a correre e a fare scene, in posti del genere ti ritorna l'impulso, che forse è una cosa primitiva insita nell'uomo, non lo so sto facendo filosofia spicciola delle due di notte, immagino si sia capito.



La foto da sotto mentre me ne andavo via e mentre realizzavo che dunque le condizioni ottimali di viaggio per me sono:
1. da sola
2. macchina funzionante
3. iPod carico
Soddisfatti questi tre punti teoricamente potrei non fermarmi mai, o non tornare più indietro. Andare sempre avanti, per forza d'inerzia, che tanto qualcosa da vedere ci sarà sempre, ovunque. Potrebbe essere il mio concetto di libertà totale.
O potrebbe essere sempre la filosofia spicciola di cui sopra.

Vado a letto.



permalink | inviato da Alabama! il 3/10/2009 alle 1:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
Il mondo di Quark - Alabama goes 2476 m.s.l.m.
post pubblicato in Negoziodifoto, il 20 agosto 2009
Ferragosto è andato e con esso parte della mia capacità di deambulare.
Dico ciò non per la quantità di calorie ingerite (in ogni caso considerevole) ma perché il giorno 14 Alabama si è recata sul MONTE a fare un vero trekking, cioè, non le passeggiate da quattro soldi che fate voialtri, i boschetti freschi, il fiumiciattolo, il cerbiatto con gli occhioni. SEEEE!!
Il giorno 14 ero nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini, un posto fantastico tra le Marche e l'Umbria, che oltre ad ospitare al suo interno la casa di mia madre, già dei miei nonni, offre la possibilità di fare entusiasmanti escursioni a Very Amanty delle Escursiony.
Cosa che io di fatto non sarei, ma finalmente, dopo 30 porci anni dalla mia nascita, anche io posso dire di aver scalato il Monte Vettore, la cima più sibillina dei monti Sibillini, e visto il famosisssssimo Lago di Pilato, cantato financo dagli Offlaga nella nota canzone.

Qui comincia l'odierna puntata di Quark.
Intanto eccovi la cartina del parco, pressoché inutile dato che non si legge nulla, ma comunque volevo metterla.



E notate prego il logo (secondo me fikissimo)



Oh, poi. Siamo partiti alle 7.30 del mattino (...) da un'altezza di 1400 m. circa, ovvero dalla Piana (che ho scoperto non essere poi COSì piana) di Castelluccio. Tale piana, alle 7.30 del mattino si configurava in questo modo:



Salendo salendo c'era anche la luna, in un cielo incredibilmente limpido che è durato incredibilmente poco, visto che abbiamo anche beccato la versione Mordor con goccioloni d'acqua random.



Ecco il crinale alla partenza. Capite bene che ho cominciato a preoccuparmi MOLTO presto. Un muro.



Invidiatemi poderosamente. Lungo il cammino ho visto ennemila milioni di stelle alpine, o edelweiss, o Leontopodium Alpinum, pur non trovandomi affatto sulle Alpi. Come si spiega tutto ciò? Non ne ho idea, secondo wikipedia la specie è rara ma lì ce n'erano un fottio. Ahah. La tentazione di coglierne una, lo ammetto, mi ha lacerato l'anima, ma ho stoicamente resistito in nome di un'intera adolescenza trascorsa a versare quote al WWF.



Altro fiorellino strano, che ho spesso scambiato per un insetto (trasecolando). Cogliere questo non mi ha sfiorato neanche l'anticamera del cervello.



Ecco, una volta toccata la cima del Vettore, che ricordiamo essere di metri 2476 e mica spiccioli, da qui iniziava la discesa verso il lago, al che uno pensa YU-HUU è fatta! Sbagliato.
Mancano ancora chilometri e l'ultimo agevole pezzo fra le rocce tipo free climbing. Allegria.



IL LAGO!!! D'inverno con la neve diventa uno solo, d'estate si secca e sono due, ehm, pozzanghere.
In primo piano l'agile turista fai-da-te con zaino Invicta del liceo (che non ha perso un colpo ragazzi!) (serie Hugo Pratt, tiratura limitata).



Il riposo dei guerrieri e altro lago lago lago! ^___^









A questo punto è doverosa la digressione sul perché tutta questa gente si affanna a salire fin lassù e poi scendere giù giù per arrivare al lago. Non solo perché è un gran bello spettacolo, ma anche per la presenza del mitologico CHIROCEPHALUS MARCHESONII.
Trattasi di una specie endemica di invertebrato, una sorta di gamberetto microscopico che vive unicamente lì, solo in quel lago e in nessun'altra parte del mondo. Ebbene sì.
Scoperto nel 1954 dal sor Marchesoni, da allora non si è mai mosso, se la spassa nel laghetto sorvegliato da due forestali che sparano a vista a chiunque si avvicini. Giuro!!
Senonché all'ora di pranzo pure i forestali vanno a farsi una pagnotta in santa pace e lasciano il campo libero ai turisti fai-da-te, che si precipitano a cercare animaletti rossi sul pelo dell'acqua.
IO LI HO VISTI! Anche qui, la tentazione era di allungare una mano e pescarne uno, ma ricordate la faccenda del WWF? Esatto.
SENONCHE'... passeggiando lungo il lago incocciamo un turista, dallo spiccato accento del luogo, che sparando la cazzata dell'amico rimasto in cima col menisco rotto si aggirava con un chirocefalo in un bicchiere di plastica, da portare a far vedere. ORRORE!! Dopo severi sguardi di disapprovazione e scuotimenti di testa ok, dai, non ho resistito, sai che c'è?? Faccio il filmino al gamberetto! Dai dai sticazzi del WWF!

Ed eccolo qui! Tutto sfocato perché io sono una pippa, ma aò, quando vi ricapita??



Segnalo il mio amico che argutamente si domanda e si risponde:
- ma da che è costituito?
- DA NULLA.

Concludo con l'unica foto che ho ritoccato, quella sulla via del ritorno, quando la piana di Castelluccio si vedeva bene tutta. Ora di rientro alla base di partenza: 16.00.
Sudore a ettolitri, ginocchia e quadricipiti massacrati (la discesa è peggio della salita, me l'avevano detto ma non ci credevo. Era vero.)
Nessuno è andato lungo di culo, nemmeno la sottoscritta (!!) quindi nessun giro di cedrata gratis, la punizione stabilita a priori. A ogni scivolone seguiva un coro di «CEDRATA??».

Monte Vettore, fatto.
30 anni e non sentirli.
Yeah.





(...) Il desiderio del caparbio crostaceo di uscire dal suo lago per combattere il pensiero dominante è infatti una delle forme più originali di resistenza conosciute, un simbolo della lotta per l'autodeterminazione contro un sistema che chiama ambientalismo quella che in realtà è un'imbarazzante difesa degli status quo. Ogni giorno la reazione monta la guardia nel parco dei Monti Sibillini, scruta il lago e quando il gambero sedizioso tenta di uscire dalla sua vasca per conquistare il mondo un urlo echeggia dalle rive per tutta la vallata, un urlo contro quelle giuste ambizioni di emancipazione. Il grido "FERMO!" imposto dal forestale marchigiano all'invertebrato in fuga da quell'eterna palude reclama la vendetta di ogni sincero democratico per l'ultima speranza di riscatto ormai rimasta e, troppo lungamente, costretta in prigionia.

[Fermo! - Offlaga Disco Pax]

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. diario negoziodifoto

permalink | inviato da Alabama! il 20/8/2009 alle 2:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa
Pasquettnic
post pubblicato in Negoziodifoto, il 13 aprile 2009

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Negoziodifoto

permalink | inviato da Alabama! il 13/4/2009 alle 23:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
Inoltre
post pubblicato in Negoziodifoto, il 31 marzo 2009
Volevo solo dire che girellando in rete ho trovato tramite l'ottimo afNews, sito di informazione sul fumetto, le foto della fiera, tra cui una del Centro Traduttori durante una conferenza.


© Gianfranco Goria

Pregasi notare che non stavo mangiando e avevo un'espressione serissima.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. negoziodifoto

permalink | inviato da Alabama! il 31/3/2009 alle 17:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
Arriva un momento in cui DEVI spicciare*
post pubblicato in Negoziodifoto, il 6 febbraio 2009



*spicciare
[spic-cià-re]
Dal fr. ant. despeechier (fr. mod. dépêcher); cfr. spacciare
v. tr. [io spìccio ecc.]
1 (region.) sgombrare, liberare da ciò che impiccia; rimettere in ordine: spicciare un tavolo; spicciare la cucina, una stanza

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Diario Negoziodifoto Pop Culture

permalink | inviato da Alabama! il 6/2/2009 alle 13:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (14) | Versione per la stampa
Qualcuno prima o poi doveva dirlo!!
post pubblicato in Negoziodifoto, il 20 gennaio 2009

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Negoziodifoto

permalink | inviato da Alabama! il 20/1/2009 alle 18:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Back to Lookka vol. 3 - Cartacanta che ti passa
post pubblicato in Negoziodifoto, il 12 novembre 2008


gli antichi sapori




annaffiatoio blues




gli antichi sapori #2




gli antichi sapori #3




micacazzi




incendio giù a ovest




(non è ritoccata)




professionismi casuali (già horror vacui)




il quartetto cetra (+ fuochi fatui)

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. negoziodifoto

permalink | inviato da Alabama! il 12/11/2008 alle 13:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Betsy superstar Betsy rock'n'roll
post pubblicato in Negoziodifoto, il 20 ottobre 2008

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Negoziodifoto

permalink | inviato da Alabama! il 20/10/2008 alle 20:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa
Fotorino
post pubblicato in Negoziodifoto, il 3 ottobre 2008
L'instabilità centrifuga degli ultimi tempi mi vede di nuovo in partenza, stavolta destinazione Ferrara.
L'Alabama Tour continua.
Torno domenica anyway, intanto beccatevi le foto che vi avevo promesso.
Se passate al festival di Internazionale ci becchiamo lì.



Punk ante litteram




Inside the Matrix (Alabama in chroma key)




La Mole è sempre più blu




Waiting for




Vino ante litteram




Lo scorcio (Alabama loves scorci)




Almost flying (Alabama loves zompi)




Trova l'intruso




Vigneremote




Barolandia




Spalle regie



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. negoziodifoto

permalink | inviato da Alabama! il 3/10/2008 alle 10:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa
Sfoglia ottobre