.
Annunci online

Il cinema secondo me
post pubblicato in Cos'è I.P.S.E.©, il 29 gennaio 2005
Giudicare un film è una cosa seria. Noi popolo di frustrati che abbiamo sostituito il verbo “opinare” al verbo “fare” abbiamo bisogno di sfogare la nostra smisurata saccenza in qualche modo. La critica è lo sport nazionale italiano e io, da cinefila nerd quale sono, non posso pìù fare a meno di commentare qualunque cosa veda, giudicare, stroncare, esaltare.
Di metodi di giudizio ce ne sono tanti, voti da 1 a 10, stelline da 1 a 4, pallini da 1 a 5, pollici su, giù e di traverso, colpi di fulmine e colpi di sonno ecc. ma ormai tutto questo simbolismo non mi soddisfa più, non rende bene l’idea, non placa la mia voglia di esprimermi. C’è bisogno di un vero commento, secco e tagliente ma indiscutibilmente appropriato, ovviamente regolamentato da un valido metodo empirico studiato a tavolino.

Ho cominciato a riflettere su tutto ciò durante l’ultima visione di un film al cinema, Nicotina. Ebbene quel film è talmente una cagata che per evitare di addormentarmi e soprattutto per stroncarlo categoricamente, mi sono messa a pensare a una degna definizione che lo rappresentasse, che non fosse un mero numero o una fredda stellina, non una squallida figurina geometrica o un pollice.

Così, dopo un paio di giorni passati a farmi fumare quel già poco cervello che mi ritrovo, buttando giù appunti, numeri, asterischi e medie matematiche, sono fiera di presentare a tutti voi Il Personalissimo Sistema Esplicativo© (d’ora in poi I.P.S.E.©) delle mie opinioni cinefile, innovativo anche se, devo ammetterlo, mutuato da TUTTI gli altri sistemi (il mereghettiano in primis), sapientemente mixati.

I.P.S.E.© è composto dalla seguente scala di giudizi, in ordine rigorosamente crescente:
- Dò fuoco al cinema
- Dio che puttanata!
- Vagamente passabile – proprio se non hai di meglio da fare
- Carino, a tratti forse addirittura bello
- Decisamente bello, altro che carino!
- Capolavoro – la perfezione esiste
- Pietra Miliare – sono ancora sotto shock

Ogni voce è scaturita da un accurato studio dell’esperienza e della casistica, e anche laddove potrebbe sembrare un giudizio affrettato o superficiale si sappia che MAI è stato o sarà così.
Vado a fornire qualche spiegazione concreta per le voci più contestabili e qualche esempio recente.

Dò fuoco al cinema è il tipico pensiero che ti assale quando esci dalla sala incazzato nero, perché non solo il film è orrendamente brutto ma ti ha fatto proprio salire il veleno per aver sprecato soldi e tempo e vorresti linciare il regista e spedirlo a lavorare in miniera a calci.
Fortunatamente succede di rado ma tra gli ultimi casi ricordo senza dubbio Ferro 3 e La terra dell’abbondanza di Wenders.

Dio che puttanata! è l’esclamazione più comune dopo un brutto film, che anche se non ha una gran storia poteva almeno essere divertente e invece niente, neanche quello. Riguarda film come il succitato Nicotina e Ocean’s twelve.

I successivi 2 giudizi sono forse storicamente i più comuni, il primo una sufficienza striminzita, il secondo il famigerato “carino” comunque senza infamia, anzi.

Gli ultimi 3 invece, con diversi livelli di eccellenza, riguardano i film da avere sicuramente in dvd e sono giudizi molto più usati di quello che si potrebbe pensare.
Il Decisamente bello provoca benessere e soddisfazione piena (ad esempio La foresta dei pugnali volanti), mentre la Pietra Miliare si differenzia dal Capolavoro in quanto quest’ultimo, pur essendo incredibilmente appagante e perfetto in tutto, non comporta la sensazione di stordimento e shock propria della Pietra Miliare. Un Capolavoro è La mala educaciòn, una Pietra Miliare è La meglio gioventù.
Va detto che le Pietre Miliari sono poche.

I.P.S.E.© si installerà stabilmente nella sweethome, nella colonnina di sinistra, e la folla oceanica di utenti che mi seguono (sono ironica) potrà usufruirne. Ovviamente sono ammesse le contestazioni e il dibattito ma è pur vero che I.P.S.E.© dixit.
Per quello che riguarda il cinema tocco vette inavvicinabili di nazismo.

Buona visione.


EDIT 2009
In seguito a varie vicissitudini (e al mio umore) la colonnina dei film è sparita, riapparsa, sparita di nuovo, ricomparsa.
Ora cerco di tenerla aggiornata e I.P.S.E. resta, ma la scala di giudizi è andata a farsi benedire.
Anarchy in the sweethome.
Yeah.



permalink | inviato da il 29/1/2005 alle 18:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
Sfoglia