.
Annunci online

Libera nos a malo
post pubblicato in Pop Culture, il 29 settembre 2009
Niente, lo so, ho un sonno della Madonna ma volevo dire questo.

Nell'ultima decina di giorni sono stata liquidata da due maschi diversi (roba da guinness, manco Ross di Friends), ho avuto un lavoro di traduzione da Mondadori e dopo mezza giornata hanno annullato tutto a causa del fallimento della casa editrice giapponese coinvolta (anzi, hanno detto proprio "bancarotta"), a Urbino doveva esserci Pennac come ospite d'onore ma ha dato forfait il giorno prima a causa del fratello morente, torno e sul nuovo fumetto da me tradotto hanno scritto il nome di un'altra.

Ora, io mi considero persona estremamente razionale. Estremamente.
Sei lì che non perdi MAI il tuo candido ottimismo, ci mancherebbe altro, ma diciamo che viene facile pensare che forse hai tipo Saturno contro, un trigono spaiato, la seconda casa che collide con Urano. E Urano si sa non le manda a dire.
Inoltre vivo con un napoletano, che quando fa la formazione del fantacalcio obbliga me e LaCoinq a fare un inverosimile balletto scaramantico sinistramente simile a quello di Thriller e se uno si azzarda a fiatare non si parla d'altro che di "uocch 'n cuoll" altrimenti detto, nella lingua di Dante, malocchio.

Ora (e due) lungi da me credere a tali medievali fantasticherie, io figlia della coerenza e dell'illuminismo non mi piegherò a valutare, né tanto meno prendere in considerazione sciocche dozzinali frivolezze da parrucchiera. In fondo mi sono fatta ore di macchina senza bucare, ad esempio, né i freni si sono rotti, né il navigatore ha dato di matto, né niente. Cioè, sono viva no? Bene.

Però poi l'ultimo giorno a Urbino avevo da fare la turista, finiti i seminari e le tavole rotonde volevo andare in giro e allora vabè, mentre ero al telefono con Annalicchia illustrandole la mia recente carriera come controfigura di Paperoga, ho pensato e le ho detto "sai che faccio adesso? Vado al museo a vedermi La Flagellazione di Piero della Francesca, ecco sì, dovrò esorcizzare in qualche modo sta sfiga del cazzo, no?? Eddai!" Una cosa chiamata La Flagellazione mi sembrava adatta al momento storico che sto vivendo.

Vado a fare il biglietto e l'omino mi fa (coro di angeli) "no, oggi è gratis. È la settimana della cultura, musei gratis".

Fatto, esorcismo riuscito.
Ci voleva poco, Diosanto.

(togliete che la storia del refuso è successa dopo, probabilmente sono strascichi, e togliete anche che da completa ignorante in fatto di arte rinascimentale mi aspettavo uno splatterone 5 metri per 5 con fiumi di sangue e vorticare di angeli disperati e mi sono trovata davanti un A3 in cui tre figure non identificate in primo piano parlano probabilmente delle estrazioni del lotto, mentre sullo sfondo Gesù Cristo patisce le frustate - che non si vedono - con l'aria di uno che sta pensando alla prossima collezione autunno-inverno di Prada)


Amen.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pop culture arte

permalink | inviato da Alabama! il 29/9/2009 alle 0:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
E ora speriamo non ci piscino sopra
post pubblicato in Pop Culture, il 1 agosto 2009
Finalmente ho quello che mi serve.
Un TAPPETO che dà un tono alla stanza!
Ho traslocato qui tre anni fa e ancora non avevo un tappeto, come ho vissuto finora? Male, senza dubbio.
Una coppia di amici doveva disfarsi di tale oggetto, che era già stato preda delle mie bave tempo addietro a casa loro, quindi hanno pensato bene di recapitarmelo direttamente a casa.
Così, un tappeto aggratis, non dà un tono alla stanza? (notare l'abbinamento con la libreria)
Vado a farmi un White Russian.




Ah, è arrivato anche questo, per completare l'accozzaglia di strani pupazzi di cui mi circondo.



Un Barbapapà COMUNISTA!


Hasta la vista (siempre)




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pop culture arte

permalink | inviato da Alabama! il 1/8/2009 alle 17:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa
MUTO
post pubblicato in Pop Culture, il 24 luglio 2009
Quando non ho voglia di scrivere metto dei video, il trucchetto è svelato.
Questo lo conosco da tanto, ma tutti dovrebbero conoscerlo. È un artista ITALIANO.


MUTO a wall-painted animation by BLU from blu on Vimeo.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pop culture arte

permalink | inviato da Alabama! il 24/7/2009 alle 9:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Le immagini del mondo fluttuante
post pubblicato in Pop Culture, il 21 marzo 2009
ROMANI!

Ieri sono andata al Museo del Corso a vedere questa mostra:



e ne sono rimasta tramortita.

Non sto qui a parlarvi dell'arte degli Ukiyo-e, della xilografia giapponese ottocentesca e dei suoi massimi esponenti (un po' perché non sarei all'altezza, un po' perché qui trovate tutto), dico solo che è uno degli allestimenti più belli che abbia mai visto.
Io e la mia socia di mostre (che ha già scritto il post gemellato con questo, oh yeah) siamo state dentro per TRE ore e dopo 200 opere (esposte per la prima volta in Italia) eravamo, come dice lei, ubriache.
Che spettacolo.

Per dire, di recente siamo state alla mostra di Basquiat, l'ennesima, che stava sempre a via del Corso ma da un'altra parte, e siamo uscite furiose augurando una trombosi al curatore. 10 euro per 40 quadri, di cui una ventina significativi e il resto per lo più monnezza, allestiti da cani. Ma con quale faccia firmi il catalogo, o tu viscido curatore senza scrupoli, e con quale faccia mi chiedi 10 euro, o tu porco schifoso gestore del posto?
Ne è uscito un dibattito su massimi sistemi e massimi valori, con cui, se volete, vi tedierò.
Ok, magari la prossima volta.

Quindi se ti ritrovi poi a pagare 7 euro (scontato, prezzo pieno 9 euro ma con molte convenzioni, tipo Feltrinelli, di cui tutti ormai siamo servi) per Hiroshige e questo capolavoro di mostra, non puoi che scriverci sopra un post e consigliare a TUTTI di fiondarsi a vederla (sempre che ci siano romani in ascolto, cosa che dubito).
Io sono di parte, e lo sapete, perché quando si tratta di faccende jappe tendo ad esaltarmi più del solito, ma vi assicuro che lì dentro hanno ricreato un pezzo di Giappone.
Che ve lo dico affà, la voglia di tornarci mi si è decuplicata. *sospiro*

Questa è una delle stampe che ho preferito, se non LA preferita:




Questa invece è una fotografia anonima dei primi del '900, esposta in una sezione a parte della mostra, che riprende una veduta di Hiroshige della località di Amanohashidate, provincia di Kyoto...




...e questa è la fotografia MIA! (maggio 2006)




Scusate, con questa sboronata chiudo, non ho saputo resistere.

(Qui altre immagini dalla mostra.)


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. arte pop culture

permalink | inviato da Alabama! il 21/3/2009 alle 22:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
Sfoglia agosto        ottobre